La storia di ApiToscana

La Cooperativa degli apicoltori

La Cooperativa Apitoscana è nata a Firenze nel 1983 dall'iniziativa di un piccolo gruppo di apicoltori che si riunirono inizialmente per l'acquisto collettivo dei materiali necessari per l'apicoltura.
Oggi è una moderna azienda dell'agroalimentare fiorentino che commercializza ogni anno più di 500 quintali di miele prodotto dai propri associati: oltre 400 apicoltori provenienti da tutte le province della Toscana.

Negli ultimi anni Apitoscana ha dedicato sempre maggiore attenzione al confezionamento ed alla commercializzazione del prodotto dei soci, per meglio valorizzare la grande qualità dei mieli toscani.

Miele: il cibo degli Dei
Tecniche morbide di lavorazione e circuiti brevi di distribuzione

Il miele, grazie all'alto contenuto di vitamine, enzimi ed altri principi attivi, è un alimento capace di effetti benefici per la salute.
Per conservare le sue proprietà è importante che il miele sia trattato, nelle poche lavorazioni necessarie per il suo consumo (smielatura, filtratura, invasettamento) a temperatura naturale e che arrivi il più rapidamente possibile sulle tavole dei consumatori: il miele non "va a male", ma si degrada e perde molti dei suoi principi attivi con il passare del tempo.

Rispettando questi principi lavorano gli apicoltori e i tecnici della Cooperativa Apitoscana, garantendo così la massima integrità del miele prodotto dal prezioso lavoro delle api. I mieli di Apitoscana sono prodotti esclusivamente dai soci della Cooperativa, attenendosi rigorosamente al disciplinare della Igp del Miele Toscano. Per questo i nostri prodotti sono particolarmente ricercati e apprezzati dai consumatori.

La ricca varietà dei mieli toscani

In Toscana, grazie al clima, alla flora, alle api e agli apicoltori, si produce una grande varietà di mieli: da quelli tipicamente di montagna (castagno, melata di abete) a quelli di collina (acacia, millefiori) fino ai mieli tipicamente costieri (eucalipto, erica, corbezzolo).
Tanta varietà è una fortuna rara che la Cooperativa Apitoscana riesce a valorizzare proponendo "i mieli di Toscana".
Più di dieci mieli monoflora arricchiscono i nostri cataloghi in tante confezioni diverse dai merendini (vasetto da 40gr proposto anche in confezioni da 2 e 4 mieli diversi per favorire l’assiaggio curioso dei diversi sapori), alla classica confezione da 1 kg per uso familiare.
Naturalmente la disponibilità di questi prodotti è subordinata all'andamento della produzione, per cui non sempre tutte le varietà di miele sono disponibili.
Offriamo inoltre ai nostri clienti un'ampia gamma di prodotti per la cura del corpo.

Areale di produzione

La Toscana è una regione che per le sue condizioni orografiche e pedoclimatiche è caratterizzata da una notevole variabilità dal punto di vista fitogeografico presentando associazione floristiche molto variabili, le quali offrono alle api la possibilità di raccogliere nettare per un lungo intervallo di tempo e da numerose specie botaniche.
Per queste sue particolarità il territorio regionale può essere suddiviso in quattro zone pedoclimatiche più o meno uniformi:

  • la fascia costiera, comprendente le spiagge e le coste dove si trovano pinete ricche della flora tipica degli ambienti mediterranei;
  • la Maremma, caratterizzata da ampi territori occupati da colture agrarie (erbacee, arboree ed ortive) nei quali si riscontra la presenza di una flora capace di resistere al caldo estivo (luglio-agosto), periodo durante il quale si verifica una stasi nell'attività di bottinaggio da parte delle api;
  • la zona dell'entroterra collinare, con ampie aree a vegetazione spontanea e submontana, ricca di piante come l'acacia e il castagno che costituiscono un'importantissima risorsa nettarifera;
  • la fascia montana, con l'Appennino e le Alpi Apuane, offre numerose fioriture soprattutto nel periodo estivo (giugno-agosto).
Il nostro miele

Il miele toscano è il prodotto proveniente da alveari localizzati all'interno del territorio della Regione Toscana.
Grazie sia alle pregiate fioriture e secrezioni di melata, sia alle caratteristiche pedoclimatiche del territorio, ancora oggi la Toscana è in grado di produrre il più ampio panorama di mieli uniflorali italiani.

i mieli unifloreali

Il miele è uniflorale quando proviene principalmente da un'unica origine floreale e ne possiede le caratteristiche organolettiche, fisico-chimiche e microscopiche.
Il miele toscano uniflorale può essere di molteplici varietà, le principali sono: acacia, castagno, corbezzolo, erica, melata, sulla, girasole, rosmarino, eucalipto.
Nei mieli uniflorali, accanto al polline principale che è lo stesso indipendentemente dall'origine geografica, si trovano numerosi pollini di accompagnamento o isolati, i quali differenziano e caratterizzano tali varietà di miele prodotte in Toscana, da varietà di mieli uniflorali prodotti in altri territori.

Il Miele millefiori

Il miele toscano multiflorale, messo in vendita con la denominazione commerciale "millefiori", proviene da più origini floreali. Per questo motivo il millefiori ha caratteristiche di colore, sapore e odore decisamente variabili, che mutano a seconda dell'origine floreale dei nettari. Questi possono variare notevolmente anche all'interno della stessa zona di raccolta in seguito ai cambiamenti stagionali.
Caratteristica che unifica tutti i millefiori genuini è la tendenza a una rapida cristallizzazione. La cristallizzazione dipende dalla prevalenza del glucosio sul fruttosio (i due zuccheri monosaccaridi naturalmente presenti nel miele) ed è indice di genuinità e della bassa temperatura con cui Apitoscana effettua tutte le lavorazioni dei mieli prodotti dai soci.